Posted on

No Diesel? Ecco le Seat metano: Ibiza, Arona e Leon Tgi

In questi tempi di talebana guerra al diesel le soluzioni per chi cerca alternative eco-sostenibili ed eco-nomiche si riducono notevolmente: per l’elettrico è ancora oggettivamente presto, la benzina è costosa e sarà quasi certamente oggetto di prossimi attacchi, non rimangono quindi che le soluzioni ibride e quelle che utilizzano combustibili alternativi come il Gpl e il Metano. A differenza del Gpl (Gas di Petrolio Liquefatti) che è una miscela di gas diversi (principalmente propano e butano), il metano è un idrocarburo semplice, formato da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno, ed è una delle poche materie prime combustibili presenti anche nel nostro Paese (nel mare Adriatico). Mediamente un’auto a metano produce circa il 25% in meno di emissioni di CO2 rispetto all’equivalente a benzina, oltre ai vantaggi sul piano ecologico e fiscale, la tecnologia Tgi offre costi per chilometro estremamente bassi: fino al 50% in meno rispetto al modello equivalente a benzina e il 30% in meno rispetto a un diesel.

Nel nostro paese ci sono quasi un milione di veicoli circolanti a metano, ma non sono però molte le Case automobilistiche che sembrano credere in questo tipo di alimentazione: il gruppo Fca, in particolare con le nuove Panda, Qubo e 500 L Natural Power, e il Gruppo Volkswagen, con le VW Polo e UP, con le premium Audi A3 e A4 g-tron e infine Seat, che ha recentemente presentato le nuove motorizzazioni a metano per le gamme Ibiza, Arona e Leon. Seat sta supportando anche lo sviluppo e la disponibilità del biometano proveniente da fonti rinnovabili, che neutralizza le emissioni di CO2 legate all’utilizzo della vettura.

Il grande vantaggio dell’utilizzo del metano come carburante primario, oltre a quello di un minore impatto ambientale, è rappresentato da un piacere di guida del tutto simile a quello di altre motorizzazioni. A sfavore vanno invece considerati i lunghi tempi di rifornimento, qualche problema a temperature molto basse e un’autonomia generalmente limitata. Proprio per questo la Casa spagnola ha puntato sull’aumento di autonomia con nuovi serbatoi, raggiungendo ora i 360 km con Ibiza e Arona, mentre la Leon arriva a percorrere 440 km. In condizioni normali, le auto a metano sfruttano la benzina soltanto come carburante alternativo quando i serbatoi per il metano sono vuoti.

La Seat Leon si basa sulla piattaforma Mqb-A (Modularer Querbaukasten, pianale modulare trasversale), mentre le Ibiza e Arona adottano la Mqb-A0. Queste piattaforme consentono maggiore flessibilità produttiva e maggiore robustezza, oltre a consentire la realizzazione di una carrozzeria estremamente leggera, funzionale e sicura che si contraddistingue per l’elevata rigidezza strutturale. Ibiza, Arona e Leon Tgi vantano tre serbatoi per il metano, sensori di pressione del gas e un regolatore di pressione elettronico a due stadi che controlla efficacemente la distribuzione del gas al motore. Montano inoltre componenti specifici fondamentali per il funzionamento ottimale in modalità a metano e a benzina, oltre a componenti appositamente adattati alle caratteristiche della combustione del metano come pistoni rinforzati e fasce elastiche ottimizzate, cuscinetti rinforzati, alberi a camme adattati, materiale guida valvole e sedi valvole rinforzate, valvole di scarico nitrurate, sonda lambda e convertitore catalitico ottimizzati per la conversione del gas.

Ora anche self service
Proprio in questi giorni anche in Italia è arrivata la possibilità di rifornimento di metano tramite self service. Gli automobilisti non sono ancora liberi di rifornirsi a proprio piacimento agli impianti di erogazione del gas naturale: per motivi di sicurezza, ciascun utente ha l’obbligo di seguire un corso, organizzato dal gestore o attraverso un tutorial online, nel quale vengono illustrate tutte le modalità di utilizzo del distributore. È quindi possibile effettuare un rifornimento solo dopo apposita registrazione su un portale online istituzionale, previa autocertificazione nella quale l’automobilista deve dichiarare di avere ricevuto la necessaria istruzione in merito all’utilizzo dell’impianto e dei rischi ad esso collegati, le disposizioni e le limitazioni, ed il comportamento da assumere in caso di emergenza.

Seat Arona Tgi
Arona Tgi
È di fatto il primo Suv a sfruttare l’alimentazione a metano, disponibile in tutte le versioni (Reference, Style, Xcellence e FR), monta un motore tre cilindri 1.0 TGI a 12 valvole in grado di erogare 90 CV di potenza tra 4.000 e 5.500 giri/min e 160 Nm di coppia massima tra 1.800 e 3.800 giri/min. Questo propulsore è dotato di cambio manuale a sei rapporti per aumentare efficienza e fluidità di funzionamento. Con una velocità massima di 172 km/h, Arona Tgi passa da 0 a 100 km/h in 13,2 secondi. L’altezza da terra della carrozzeria è di 190 mm, mentre il vano bagagli ha una capacità di 282 l. Il modello è lungo 4.138 mm, largo 1.780 mm e alto 1.552 mm.

In termini di sicurezza passiva, attiva e preventiva, la Seat Arona Tgi offre sistemi di assistenza alla guida come Front Assist per la guida in città con riconoscimento dei pedoni, Hill Hold Control, fari full Led, rilevatore di stanchezza, sensori e luci pioggia e sistema di frenata multipla. Tra gli equipaggiamenti disponibili a richiesta, poi, ci sono Rear Cross Traffic Alert, per uscire da un parcheggio in retromarcia in tutta sicurezza, Blind Spot Detector e sistema di assistenza al parcheggio Park Assist, utile sia per il parcheggio parallelo in retromarcia, sia per quello a 90°.

La Arona è dotata dello stesso sistema disponibile per l’intera gamma Seat: tra le tecnologie disponibili, il sistema di apertura e avviamento senza chiave Keyless, telecamera posteriore, touchscreen a colori da 8” e carica batterie wireless per cellulari con amplificatore del segnale. Il sistema infotainment Full Link consente al SUV di essere sempre connesso e permette di sincronizzare telefono e vettura tramite Apple CarPlay o Android Auto e di sfruttare l’assistente vocale Amazon Alexa per semplificare l’accesso alle funzioni più utilizzate, riducendo così le distrazioni.

Seat Arona Tgi 1.0 ha un prezzo chiavi in mano a partire da 18.800 euro per la versione Reference, 20.800 euro per la versione Style, 23.000 euro sia per la versione Xcellence, sia per quella FR.

Seat Ibiza Tgi
Ibiza Tgi
Ibiza è nuovamente disponibile con propulsore TGI a metano, ma oggi sfrutta ben tre serbatoi per il gas, in grado di portare l’autonomia totale (metano+ benzina) a 510 km. La Seat Ibiza Tgi monta lo stesso motore della Arona abbinato a un cambio manuale a sei rapporti, che fornisce gli stessi valori di potenza e coppia visti sopra. In termini di prestazioni, la velocità massima è di 180 km/h, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 12,1 secondi. Le dimensioni esterne della Ibiza TGI sono 4.059 mm in lunghezza, 1.780 mm in larghezza e 1.444 mm in altezza, con un passo di 2.564 mm.

Tra le dotazioni di serie della Ibiza TGI spiccano sistema di assistenza alla frenata Front Assist per la guida in città, Cruise Control, rilevatore di stanchezza, sistema di connettività Full Link, sistema di apertura e avviamento senza chiave Keyless, fari full Led e sistema di navigazione con schermo touch a colori da 8”, che permette la possibilità di sfruttare tecnologie come Alexa.

Seat Ibiza Tgi 1.0 ha un prezzo chiavi in mano a partire da 16.530 euro per la versione Reference, 16.380 euro per la versione Style, 18.880 euro per la versione Business e 19.630 per quella Xcellence.

Seat Leon Tgi
Leon 1.5 Tgi Evo
La compatta più efficiente di casa Seat è stata aggiornata per erogare ora 130 CV di potenza rispetto ai precedenti 110 CV del motore 1.4. Il modello è disponibile anche nelle versioni Xcellence e FR, che si vanno ad aggiungere alla Style e alle versioni Station Wagon (ST). È possibile scegliere tra cambio manuale a sei rapporti e cambio automatico Dsg con doppia frizione a sette rapporti. La capacità totale dei suoi tre serbatoi dedicati al metano tocca i 17,3 kg, regalando alla Leon Tgi fino a 440 km di autonomia in modalità a metano (con cambio manuale o Dsg con doppia frizione). Il modello monta inoltre un serbatoio della benzina da 9 l, che consente di coprire altri 140 km portando l’autonomia totale a circa 580 km.

Il nuovo propulsore 1.5 Tgi Evo è un quattro cilindri con quattro valvole per cilindro e 1.498 cm³ di cilindrata. Vanta una tecnologia turbo a geometria variabile e sfrutta il ciclo Miller per la combustione per massimizzare efficienza e prestazioni. Nel complesso il propulsore eroga 130 CV tra 5.000 e 6.000 giri/min, a fronte di una coppia massima di 200 Nm tra 1.400 e 4.000 giri/min.

Il nuovo motore si rivela piuttosto brillante nella guida, con una velocità massima di 206 km/h e un miglioramento, rispetto alla precedente versione 1.4 Tgi, evidente anche in accelerazione: ora passa infatti da 0 a 100 km/h in appena 9,9 secondi, quasi un secondo in meno rispetto a prima.

Le dimensioni esterne della vettura sono complessivamente 4.282 mm in lunghezza, 1.816 mm in larghezza e 1.459 mm in altezza, mentre la versione ST raggiunge una lunghezza di 4.549 mm. Entrambe le carrozzerie hanno un passo di 2.636 mm. La capacità bagagliaio si attesta sui 275 l per la variante cinque porte e sui 482 l per la ST.

Anche la Leon Tgi vanta una serie di tecnologie e dotazioni di sicurezza tra cui Adaptive Cruise control, sistema di assistenza alla frenata di emergenza Front Assist con riconoscimento dei pedoni, Traffic Jam Assist, sistema Lane Assist per evitare lo spostamento nella corsia sbagliata, assistente per le luci abbaglianti e rilevatore di stanchezza. Il modello può contare anche su telecamera posteriore, caricabatterie wireless per cellulari con amplificatore del segnale, sistema infotainment Full Link per collegare i telefoni tramite Android Auto o Apple CarPlay e sistema di assistente vocale Alexa.

Seat Leon Tgi 1.5 ha un prezzo chiavi in mano a partire da 24.415 euro per la versione Style, 25.915 euro per la versione Business, 26.615 euro per le versioni Xcellence e FR. Per le versioni Station Vagon sono necessari mediamente 750 euro in più.
fonte https://www.ilsole24ore.com/art/motori/2019-05-02/no-diesel-ecco-seat-metano-ibiza-arona-e-leon-tgi-123531.shtml?uuid=ABv0UUtB